• Sofia Raffagnato

Il giro del mondo in 80 poesie


Autrice: Gisella Passarelli

Editore: Virginio Cremona

Lunghezza stampa: 183 pagine

Genere: raccolta poetica.


Prima di intraprendere questa lettura non avevo mai sentito nominare Gisella Passarelli, perchè la maggior parte delle sue opere sono ormai fuori catalogo e i suoi interventi su quotidiani e riviste nazionali risalgono a decine di anni fa.

Gisella è morta nel 2010 alla longeva età di 97 anni. Durante la vita si è dedicata all'aiuto del prossimo grazie al suo lavoro come assistente sociale senza però tralasciare le sue velleità artistiche. La sua produzione letteraria risulta infatti ricca: molte poesie, romanzi racconti e articoli sull'arte che le hanno permesso di essere al centro della cultura italiana per molti anni, anche come presidentessa dell' ONAS (ordine nazionale di autori e scrittori).


RECENSIONE


Questa raccolta è in grado di far innamorare a prima vista.

Partendo proprio dalla copertina un occhio attento può estrapolare la sua essenza. Una donna sopra una mongolfiera che vola al di sopra del globo terrestre, intenta a distribuire pagine scritte che si sparpagliano qua e lá, cadendo in diversi continenti e paesi.

Gisella Passarelli ha avuto la fantasia e il coraggio di rendere la poesia universale e senza confini come dovrebbe essere sempre considerata.

Un viaggio emozionale attraverso l'Asia e l'India che prosegue verso le Americhe e l'Europa. Un simposio di sinestesie, profumi e melodie di altri paesi, dai più lontani a quelli a noi più conosciuti.

In questa raccolta il viaggio non è inteso come fuga, ma come ricerca della bellezza e dell'armonia con la natura e, di conseguenza, con se stessi.

Il viaggio è visto come occasione di conoscenza, desiderio di scoprire qualcosa di nuovo, possibilità di confrontarsi con qualcosa che è altro dal consueto vivere quotidiano; il viaggio è quel ponte tra il vedere e il ricordare che permetterà a Gisella di descrivere ciò che lei ha visto e amato.

Lo stile è molto vario, i versi sono perlopiù sciolti fatta eccezione per qualche rima. L'uso della figure retoriche è a mio parere equilibrato con il messaggio che vuole trasmettere l'autrice: poche anafore e similitudini che rendono la lettura scandita senza appesantirla.


Ho letto questa raccolta in pochissimo tempo, trasportata dai termini e dagli abbinamenti sinestetici fatti dalla Passarelli, facendomi trasportare intorno al mondo attraverso delle semplici parole.

Non smetterò mai di stupirmi di come un semplice libro, dell'inchiostro su carta, è in grado di farci vedere posti che non conosciamo;

luoghi distanti ore infinite ci possono apparire nel salotto di casa con la stessa semplicità con cui beviamo un bicchier d'acqua.

Non mi ero mai approcciata a delle poesie odeporiche e sono rimasta ammaliata dall'amore per il prossimo che mi hanno trasmesso. Gisella guardava il mondo con amore; non ho colto in lei occhio critico, ma fascino e curiosità per ciò che descrive. Una dote rara, osservare senza giudicare, qualità che al giorno d'oggi è prerogativa di poche persone, ma, a mio parere, segno di grande intelligenza e superiorità intellettuale.

Grazie, Gisella, per avermi fatta innamorare del mondo e aver cancellato per un po' le sue brutture.


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO.

CLICCA QUI PER VISITARE LA PAGINA INSTAGRAM DELL'EDITORE.

CLICCA QUI PER VISITARE LA MIA PAGINA INSTAGRAM.







78 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Autrice: Anna Maria Rendano Editore: Libero di scrivere Genere: raccolta poetica Lunghezza stampa: 71 pagine. Inciampando tra le parole è un titolo che fa da portavoce alla società di oggi, in cui tut