• Sofia Raffagnato

Memento Mori



Autrice: Stella Azzini

Editore: Independently published

Genere: Fantasy

Lunghezza stampa: 384 pagine.


Recensione

Stella ha iniziato a scrivere da giovanissima, cimentandosi nella fumettistica. Memento Mori è il primo grande progetto editoriale a cui si è dedicata. La stesura è iniziata partendo da un personaggio che ha sempre avuto in testa: Declan. Dal concetto del protagonista parola dopo parola, frase dopo frase le idee fluivano da sole fino ad arrivare alla storia che possiamo leggere oggi. Attorno al personaggio principale si è delineato il racconto, fatto di ombre e di enfasi su un passato ingombrante che afferra con mano pesante il presente dei protagonisti.


Declan è un ragazzo molto affascinante, un grande appassionato d'arte che si destreggia tra musica, cultura e folkrore... I suoi tatuaggi sono testimonianza di questo, uno dei quali raffigura il titolo del nostro romanzo: Memento Mori.


La storia si apre in un tempo ormai trascorso, in una notte apparentemente tranquilla. Declan, al tempo 13enne, viene svegliato da una voce. Appena apre gli occhi gli si palesa davanti la figura di una donna: accovacciata di profilo, vicino alla finestra. Pensando che si tratti solo un incubo richiude gli occhi cercando di svegliarsi, ma una delle mani nodose della donna lo afferra per il fianco graffiandolo. All'arrivo del padre, Declan è in lacrime con un taglio sanguinante.


8 anni dopo il suddetto evento lo spazio del racconto cambia. Declan si trova a Londra, dove incontra Hope, sbarazzina e spumeggiante nonostante il suo gravoso passato. Lei sarà la figura femminile cardine all'interno del racconto, essendo una delle voci narranti.

L'incontro tra i due è voluto dalla sorella Francesca e da un'amica, perchè convinte che i due possano avere interessi in comune dai quali potrebbe sfociare qualcosa in più.


Il quadro famigliare della storia è molto sereno: mamma e nonni di origini italiane e papà di origini irlandesi.

La sorella di Declan, Francesca, è stata delineata perfettamente ed è stata il personaggio che ho preferito all'interno della narrazione. Nonostante la differenza caratteriale tra lei e il fratello i loro dialoghi risultano sempre puliti e ordinati.

Il genere della storia si può racchiudere nel fantasy-paranormale, ma non solo. Tratta leggende conosciute spaziando dai fantasmi alle rune, terminando su una maledizione che fa scoprire l'Italia.

A caratterizzare la narrazione troviamo molti salti temporali e un frequente cambio delle voci narranti che permettono al lettore di non annoiarsi mai. In questo modo si entra maggiormente nella psiche dei personaggi conoscendoli nel profondo.


Ho apprezzato molto questo racconto, un finale felice che non mi aspettavo e che mi ha piacevolmente sorpresa. Uno stile semplice ma mai noioso, grazie ai salti temporali e agli intrecci dei narratori. Ho apprezzato anche la figura del gatto di Declan, più importante di quanto si pensi sotto l'aspetto paranormale.

Bellissimi i disegni presenti all'interno del romanzo che aiutano il lettore a immaginare i luoghi e i personaggi, opera dell'arte illustratoria dell'autrice.

Ringrazio molto Stella per avermi permesso di leggere il suo libro!


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO

CLICCA QUI PER VISITARE LA PAGINA INSTAGRAM DELL'AUTRICE

CLICCA QUI PER VISITARE LA MIA PAGINA INSTAGRAM


44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Fanny Grunt